Domanda di ingresso

Quando presentare la domanda?

La domanda di ingresso in struttura può essere presentata quando la persona anziana manifesta difficoltà oggettive a vivere autonomamente nella propria casa e necessita di assistenza qualificata.
Per le persone anziane Residenti nel Comune di Robilante, la Struttura ha attivato un servizio di sostegno della domiciliarità, pertanto alle prime difficoltà la persona stessa o i famigliari possono contattare la Struttura per valutare insieme l’utilità dei servizi offerti dal progetto ed in quali modalità, prima ancora di arrivare ad una domanda d’inserimento residenziale.

Chi può fare la domanda

Il diretto interessato o un suo famigliare o persona di riferimento potrà venire a trovarci in orario d’ufficio (preferibilmente previo appuntamento al 017178659). Nell’incontro verranno raccolti tutti i dati necessari per la domanda e si avrà la possibilità di visitare la Struttura e di avere tutte le informazioni relativi ai servizi offerti ed alle tariffe.
Inoltre la RSA Don Giuseppe Parola di Robilante è inserita sul portale SIRIUS (dell’Associazione Case di Riposo di Cuneo) per la registrazione delle domande d’ingresso in Struttura. Tale portale raggruppa più di 50 strutture della provincia di Cuneo e permette alle persone che intendo fare domanda per un posto in RSA di recarsi alla Struttura a loro più vicina e di fare direttamente la domanda in più Strutture inserite sul portale scegliendole dall’elenco delle iscritte a Sirius.

Le diverse tipologie di ospite.

La RSA Don Giuseppe Parola è composta da 40 posti RSA per persone non autosufficinti e 8 posti RAA per persone autosufficienti.
Per quanto riguarda il reparto RAA il servizio offerto è quasi esclusivamente di tipo alberghiero. Per quanto riguarda invece l’RSA il servizio offerto integra alla parte alberghiera, un intervento rilevante di tipo socio-santiario ed assistenziale.
In questo caso quindi la retta prevede una quota sanitaria e una quota alberghiera.

Le rette per la RAA sono stabilite dal Consiglio di Amministrazione della Struttura.
Le rette per la RSA sono invece definite dalla Regione Piemonte.
L’ospite convenzionato corrisponde solamente la quota alberghiera della retta, mentre la quota sanitaria viene coperta dal SSN direttamente alla Struttura.
L’ospite in regime privato invece deve corrispondere la totalità della retta (quota alberghiera e quota sanitaria). Eventualmente potrà usufruire di uno sconto definito dal Consiglio di Amministrazione della Struttura.

Come funziona l’accesso in RSA per gli ospiti privati:

Per gli ospiti che accedono privatamente, è sufficiente rivolgersi alla struttura e fare domanda di ingresso secondo le modalità indicate qui sopra.
La domanda verrà valutata dalla direzione e, al proprio turno, l’interessato verrà contattato per definire l’inserimento.
In ogni caso, le persone inserite in forma privata, potranno comunque sempre fare domanda per la convenzione in un secondo tempo.

Come funziona l’accesso in RSA per gli ospiti convenzionati:

Oltre alla normale domanda presso la Struttura, l’interessato deve presentare domanda all’Unità di Valutazione Geriatrica della propria ASL di competenza.

L’èquipe di valutazione dell’U.V.G. avrà 90 giorni di tempo per fare la visita di valutazione della persona e e dare un giudizio di idoneità per la convenzione. In caso di risposta positiva la persona verrà inserita nella lista d’attesa del distretto ASL per l’ottenimento della convenzione.

All’ottenimento della Convenzione sarà l’ufficio amministrativo dell’U.V.G. ad avvisare il diretto interessato del diritto acquisito.
A questo punto si potrà fare un inserimento convenzionato presso la Struttura prescelta. Se invece la persona è già residente in una Struttura, semplicemente (a parità di servizio) la persona pagherà solo più la quota alberghiera, mentre la quota sanitaria verrà fatturata al SSN.

I documenti necessari per l’ingresso in RSA sono:

  • carta identità valida e tessera sanitaria;
  • consenso informato per la privacy;
  • documenti di eventuali delegati o amministratori di sostegno;
  • documentazione sanitaria pregressa.

L’ingresso in RSA:

Quando si libera un posto in Struttura, la Direzione chiama la persona in lista d’attesa con le caratteristiche idonee al posto libero (uomo/donna, RAA o RSA).
Si predispone quindi un incontro di conoscenza per capire le necessità e le aspettative del futuro ospite, ma anche dei loro famigliari.
In tale occasione l’équipe multidisciplinare della Struttura compila anche una scheda d’ingresso che tiene conto di tutte le necessità ed abitudini della persona.

Ciò per adeguare il comportamento del personale alle esigenze del nuovo inserimento.
Inoltre, l’ospite stesso (se ancora capace d’intendere e volere) e i suoi famigliari prendono visione della Carta dei Servizi e del Regolamento di Struttura e firmano il contratto.
Inoltre si provvede all’evasione di tutte le pratiche amministrative necessarie.

Il giorno dell’ingresso alcuni membri dell’èquipe della Struttura accolgono il nuovo ospite, lo accompagnano nella propria camera e facilitano il suo inserimento con i compagni di reparto.

Entro 30 giorni dall’ingresso in struttura, un team composto da medici, infermieri professionali, operatori, fisioterapisti, educatori – elabora, insieme all’ospite e ai suoi familiari, il PAI (Piano Assistenziale Individuale) per la cura, l’assistenza, per preservarne le abilità residue e prevenire il decadimento fisico e cognitivo dell’ospite.
Il PAI si pone obiettivi di assistenza concreti, misurabili e rispettosi dei requisiti generali definiti dalla struttura.
Nel progetto vengono identificati i bisogni rilevati e le aspettative (dell’ospite e dei familiari) e vengono pianificati gli obiettivi d’intervento, tutte le azioni specifiche per raggiungerli e le figure professionali coinvolte. Il PAI verrà rivisto con una cadenza semestrale e si valuteranno gli obiettivi raggiunti, le difficoltà riscontrate e le nuove esigenze emerse.

Contattaci

Orario di apertura

Tutti i giorni 7.30 - 20.00

Indirizzo

Piazza Michele Olivero, 6
12017 Robilante (CN)

contatti

Email: direzione@casadonparola.it
Tel. 0171 78659